Città di Poggiardo

SEZIONE PRIMAVERA 2022/2023

Si comunica che anche nell’anno 2022/2023 sarà attiva nel Comune di Poggiardo la Sezione Primavera, per bambini da 24 a 36 mesi di età; l’attività verrà svolta presso l’immobile scolastico di Via De Gasperi/Via Circolone a Poggiardo.
Il manifesto informativo, appositamente predisposto, contiene le informazioni utili per la partecipazione al servizio.
L’iscrizione deve essere presentata all’Istituto Comprensivo Statale di Poggiardo a partire dal 16 agosto 2022 fino al 9 settembre 2022, con le modalità riportate nel suddetto manifesto.
Si segnala che il Comune di Poggiardo ha in animo di ampliare l’orario di attività della Sezione Primavera alle ore pomeridiane, in base alle esigenze delle famiglie dei minori che frequenteranno detta Sezione.
Manifesto informativo
Domanda di iscrizione

COMUNICAZIONE

Si comunica che l’Ecocentro di Poggiardo rimarrà chiuso dal 16 al 20 agosto 2022 per raggiunta capienza massima.
L’attività riprenderà regolarmente a partire da lunedì 22 agosto 2022

AVVISO PUBBLICO

AVVISO PUBBLICO – INDAGINE DI MERCATO PER ACQUISIRE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE FINALIZZATE ALL’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA DEL COMUNE DI POGGIARDO PER GLI AA.SS. 2022/2023 E 2023/2024 AI SENSI DELL’ART.1 COMMA 2 LETTERA B) LEGGE 120/2020 (DECRETO SEMPLIFICAZIONI) A MEZZO RDO DEL MERCATO ELETTRONICO DELLA P.A.
TESTO DELL’AVVISO
DOMANDA

OFFERTE DI LAVORO

REPORT SETTIMANALE delle OFFERTE DI LAVORO dei Centri per l’Impiego del periodo 8 – 15 agosto 2022, a cura di ARPAL Puglia – Ambito territoriale di Lecce, Ufficio Coordinamento Territoriale, Servizi per l’impiego. Il report viene pubblicato su questo sito internet e sulla pagina Facebook del Comune di Poggiardo.
Report settimanale 8-15 agosto 2022

Piano di Caratterizzazione Ambientale ai sensi dell’art. 242 del D.Lgs.152/2006 e ss.mm.ii. della Vora Farminica in Loc. Turi

FESR FSE 2014-2020. Asse VI “Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali” – Azione 6.2 “Interventi per la bonifica di aree inquinate”. Piano di Caratterizzazione Ambientale ai sensi dell’art. 242 del D.Lgs.152/2006 e ss.mm.ii. della Vora Farminica in Loc. Turi – CUP: H71G17000010002 – RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO: arch. Lucio Ricciardi
L’intervento è finanziato dalla regione Puglia – Servizio Bonifiche e Riunti nell’ambito del Programma FESR FSE 2014-2020. Asse VI “Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali” – Azione 6.2 “Interventi per la bonifica di aree inquinate”.
L’area di intervento è stata sottoposta, nel tempo, a sversamento di rifiuti e per tal motivo l’Amm/ne ha inteso verificare la possibilità di inquinamento del suolo e della sottostante falda, a tutale della salute pubblica.
Le attività previste consistono:
– Rimozione dei rifiuti superficiali;
– Campionamento di suolo e di acqua;
– Valutazione del rischio la costituzione di un “modello concettuale” del sito, comprendente l’identificazione delle sorgenti e dei contaminanti, l’identificazione delle vie di migrazione degli inquinanti e delle modalità di esposizione dell’uomo, la determinazione della concentrazione di ciascun contaminante nel punto di esposizione dell’uomo.
L’analisi del rischio per la salute umana, conseguente alla contaminazione di un sito, è funzione di due fattori quantificabili: tossicità ed esposizione. Per generare un rischio, un contaminante deve essere tossico ed essere presente nell’ambiente umano ad un livello significativo.
Rilievo Piano Altimetrico
Indagini Elettriche Tomografiche
Relazione Geologica-Tecnica
Caratterizzazione Ambientale
Determina Affidamento definitivo
Avviso di appalto aggiudicato

OFFERTE DI LAVORO

REPORT SETTIMANALE delle OFFERTE DI LAVORO dei Centri per l’Impiego del periodo 1 – 8 agosto 2022, a cura di ARPAL Puglia – Ambito territoriale di Lecce, Ufficio Coordinamento Territoriale, Servizi per l’impiego. Il report viene pubblicato su questo sito internet e sulla pagina Facebook del Comune di Poggiardo.
Report settimanale 1-8 agosto 2022

OFFERTE DI LAVORO

REPORT SETTIMANALE delle OFFERTE DI LAVORO dei Centri per l’Impiego del periodo 25 luglio – 1 agosto 2022, a cura di ARPAL Puglia – Ambito territoriale di Lecce, Ufficio Coordinamento Territoriale, Servizi per l’impiego. Il report viene pubblicato su questo sito internet e sulla pagina Facebook del Comune di Poggiardo.
Report settimanale 25 luglio – 1 agosto 2022

RICONOSCIMENTO ATTIVITÀ STORICHE E DI TRADIZIONE DELLA PUGLIA

È stato pubblicato sul BURP n. 75 del 07.07.2022 l’Avviso Pubblico per manifestazione di interesse finalizzato al riconoscimento delle Attività storiche e di tradizione della Puglia. L’obiettivo dell’Avviso, coerentemente con la Legge regionale n. 30/2021, è riconoscere le attività storiche e di tradizione territoriali che costituiscono testimonianza della storia, dell’arte, della cultura e della tradizione imprenditoriale del territorio pugliese.
Le attività che chiedono il riconoscimento di “attività storiche” dovranno dimostrare il possesso dei requisiti richiesti per l’attribuzione del marchio distintivo e per l’inserimento nell’Elenco regionale, di cui alla Legge regionale n. 30/2021 e s.m.i. e istituito con DGR n. 2002/2021.

Chi può partecipare
Possono presentare manifestazione d’interesse le attività storiche e di tradizione della Puglia, secondo la definizione contenuta nell’articolo 2 della Legge regionale n. 30/2021. Le attività storiche e di tradizione si distinguono in tre categorie:
negozi storici, unità locali che svolgono attività di commercio al dettaglio in sede fissa o all’interno dei mercati su aree pubbliche
botteghe artigiane storiche, unità locali artigianali che svolgono la produzione, la vendita diretta al dettaglio di beni o servizi;
locali storici, intesi quali unità locali esclusivamente o prevalentemente dedite alla ristorazione o alla somministrazione di alimenti e bevande.

In ragione delle loro specifiche caratteristiche e presenza storica sul territorio, le attività storiche si suddividono in ulteriori sottocategorie.
I negozi storici si suddividono in:
a) attività storica – punto vendita al dettaglio, caratterizzato da una accertata continuità nel tempo dell’insegna, dell’attività e della merceologia offerta, possibilmente anche nella stessa sede fisica, altrimenti in sedi diverse nell’ambito dello stesso quartiere. Sono richiesti almeno trent’anni di attività svolta senza interruzione di continuità.
b) negozio storico – punto vendita al dettaglio caratterizzato da una documentata e accertata continuità nel tempo dell’insegna, dell’attività e della merceologia offerta nella stessa sede fisica. Sono richiesti almeno quarant’anni di attività svolta senza interruzione di continuità nonché l’ubicazione del negozio in contesti urbani di pregio o di particolare interesse storico o culturale per la comunità locale, in centri storici o nell’ambito di una struttura architettonica, artistica e decorativa di pregio.
È inoltre richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:
– attività e merceologia offerta legata alla tradizione, al territorio e all’economia locale;
– presenza di arredi, attrezzature e strumenti di lavoro originali, storici o di particolare pregio e valore storico, artistico e culturale;
– presenza nel punto vendita di elementi architettonici e/o finiture originali o di pregio, interni e/o esterni;
– il punto vendita o l’insegna o l’impresa che lo possiede siano citati od oggetto di particolare menzione in opere d’ingegno, letterarie, cinematografiche, artistiche;
– il punto vendita o l’insegna o l’impresa abbiano ispirato e siano da tempo in modo indissolubile legati alla toponomastica locale.
c) negozio storico patrimonio di Puglia: qualora l’attività vanti almeno 70 anni di attività svolta senza interruzione di continuità.

Le botteghe artigiane storiche si suddividono in tre categorie:
a) attività artigiana storica: unità locale artigianale che si occupa di produzione e/o vendita di beni o servizi caratterizzata da una documentata e accertata continuità nel tempo dell’insegna, dell’attività e della merceologia offerta o e/o prodotta, possibilmente nella stessa sede fisica o in sedi diverse nell’ambito dello stesso quartiere. Sono richiesti almeno trent’anni di attività svolta senza interruzione di continuità.
b) bottega artigiana storica e di tradizione: unità locale artigianale che si occupa di produzione e/o vendita di beni o servizi caratterizzata da una accertata continuità dell’insegna, dell’attività e della merceologia offerta e/o prodotta nella stessa sede fisica. Sono richiesti almeno quarant’anni di attività svolta senza interruzione, l’ubicazione della bottega in contesti urbani di pregio o di particolare interesse storico o culturale per la comunità locale, in centri storici o nell’ambito di una struttura architettonica, artistica e decorativa di pregio.
È inoltre richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:
– attività e merceologia offerta specificamente legate alla tradizione, al territorio e all’economia locale
– presenza di arredi, attrezzature e strumenti di lavoro originali, storici o di particolare pregio e valore storico, artistico e culturale
– presenza nella bottega di elementi architettonici e/o finiture originali o di pregio, interni e/o esterni;
– la bottega, l’insegna o l’impresa siano citati od oggetto di particolare menzione in opere d’ingegno, letterarie, cinematografiche, artistiche;
– la bottega o l’insegna o l’impresa abbiano ispirato e siano da tempo legati in modo indissolubile alla toponomastica locale.

c) bottega artigiana storica patrimonio di Puglia: qualora l’attività vanti almeno 70 anni di attività svolta senza interruzione di continuità.

I locali storici si suddividono in tre sottocategorie:
a) attività storica: unità esclusivamente o prevalentemente dedita alla ristorazione o alla somministrazione di alimenti e bevande caratterizzata da una accertata continuità nel tempo dell’insegna, dell’attività e della merceologia offerta nella stessa sede fisica o in sedi diverse dello stesso quartiere. Sono richiesti almeno trent’anni di attività svolta senza interruzione di continuità.
b) locale storico: unità esclusivamente o prevalentemente dedita alla ristorazione o alla somministrazione di alimenti e bevande caratterizzata da una accertata continuità nel tempo dell’insegna, dell’attività e della merceologia offerta nella stessa sede fisica. Sono richiesti almeno quarant’anni di attività svolta senza interruzione di continuità, l’ubicazione in contesti urbani di pregio o di particolare interesse storico o culturale per la comunità locale, in centri storici o nell’ambito di una struttura architettonica, artistica e decorativa di pregio.
È inoltre richiesto il possesso di almeno uno dei seguenti requisiti:
– attività e merceologia offerta specificamente legate alla tradizione, al territorio e all’economia locale
– presenza di arredi, attrezzature e strumenti di lavoro originali, storici o di particolare pregio e valore storico, artistico e culturale
– presenza nel punto vendita di elementi architettonici e/o finiture originali o di pregio, interni e/o esterni
– il punto vendita o l’insegna o l’impresa che lo possiede siano citati od oggetto di particolare menzione in opere d’ingegno, letterarie, cinematografiche, artistiche;
– il punto vendita o l’insegna o l’impresa abbiano ispirato e siano da tempo legati in modo indissolubile alla toponomastica locale.

c) locale storico patrimonio di Puglia: qualora l’attività possa vantare almeno 70 anni di attività svolta senza interruzione di continuità.

Come presentare la domanda
L’istanza di riconoscimento, deve essere presentata esclusivamente tramite l’assistenza di un Centro di Assistenza Tecnica (CAT) o di un Centro di Assistenza Tecnica per l’Artigianato (CATA) autorizzato a norma di legge, che provvederà ad inoltrarla a mezzo pec all’indirizzo servizio.attivitaeconomiche@pec.rupar.puglia.it

Ulteriori informazioni
Tutti i dettagli e la modulistica necessaria per presentare istanza sono riportati nella DETERMINAZIONE DEL DIRIGENTE SEZIONE PROMOZIONE DEL COMMERCIO, ARTIGIANATO E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE 5 luglio 2022, n. 187 (Clicca qui)

RINNOVO DELLE RSU – ELEZIONI DEL 5, 6 E 7 APRILE 2022

Si rende noto che ai sensi dell'art. 1 dell'Accordo collettivo quadro del 7 agosto 1998, parte II,...

Avviso Pubblico per l’attivazione di percorsi per l’inclusione socio-lavorativa.

Si comunica che è stato pubblicato un Avviso per l’attivazione di percorsi per l’inclusione...

Contributi economici per utenze domestiche e canoni di locazione

Procedura di evidenza pubblica per la concessione di contributi a valere sulle risorse assegnate...

PROGRAMMAZIONE EVENTI NATALIZI

L’Amministrazione Comunale intende realizzare un calendario di eventi da tenersi a Poggiardo e...

CAMPO ESTIVO 2021 “DIMENSIONE NATURA” – Riscoprire la propria natura immersi nel verde

Con Deliberazione n. 95 del 6 luglio 2021 del Commissario Straordinario Dott.ssa Marilena Sergi,...

IN EVIDENZA

Processioni del Corpus Domini a Poggiardo e a Vaste

ORDINANZA P.L. N. 35 DEL 14.06.2022: INTERDIZIONE TRANSITO E SOSTA DI VEICOLI E OBBLIGO DI TENERE SGOMBERE DA AUTOMEZZI E ALTRO MATERIALE, DALLE ORE 19:30 ALLE ORE 21:30 DEL 19 GIUGNO 2022, LE STRADE DEL CAPOLUOGO INTERESSATE DALLA PROCESSIONE DEL CORPUS DOMINI....

leggi tutto